Nella settimana del Grafene 2014, Nanesa entra a far parte del Graphene Flagship Project, la più grande iniziativa di ricerca promossa dalla Commissione Europea con un investimento di un miliardo di euro per 10 anni all’interno del programma Future and Emerging Technologies (FET).

66 nuovi partner, tra cui università, istituti di ricerca e soprattutto PMI sono stati aggiunti al consorzio sulla base di un bando di gara dell’importo di 9 milioni di euro al fine di far uscire il “materiale delle meraviglie” dai laboratori di ricerca e diffonderne l’utilizzo quotidiano nella società europea nell’arco di 10 anni.

Nanesa è stata selezionata come partner di iGCAuto, un progetto per lo sviluppo di veicoli più efficienti sul piano del consumo energetico, sicuri e leggeri grazie all’utilizzo del Grafene, che potrebbe rivoluzionare l’industria automobilistica globale.

Il progetto che vede Nanesa come sviluppatore e fornitore di nanomateriali, coinvolge importanti partner europei industriali (Centro Ricerche FIAT – Italia, Fraunhofer ICT – Germania, Interquimica – Spagna e Delta Tech – Italia) e mira ad una collaborazione tra tutte le competenze necessarie per sviluppare nuovi materiali compositi polimerici basati sul grafene per migliorare sicurezza e prestazioni dei veicoli a lungo termine in condizioni severe (restistenza agli urti, fatica, etc.)

Nanesa sarà particolarmente impegnata nello sviluppo di un processo industriale scale-up per la produzione di nanomateriali in grafene.