In Italia il fatturato del mercato dei prodotti contraffatti raggiunge cifre da capogiro. Oltre 6 miliardi di euro il danno economico, al quale va aggiunto il danno per le imprese manifatturiere in termini di garanzia di qualità, stimolo all’innovazione e alla creatività.

In testa ai settori più colpiti dal fenomeno criminale si collocano abbigliamento, accessori, pelletteria e occhialeria. E una nuova minaccia si affaccia all’orizzonte: la tracciabilità dei componenti rubati, furti che interessano in particolare il settore automotive.

Se però si affinano le tecniche di contraffazione, di pari passo lavorano gli esperti che lavorano per contrastarla, come Cabro, impegnata da trent’anni nella produzione, trasformazione e recupero di materiali preziosi e specializzata nelle tecnologie più avanzate per il contrasto alla contraffazione dei marchi.


Articolo